Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione (vedi Policy)   -    Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies OK
NOI FACCIAMO EVENTI "BRUTTI" E "CATTIVI"!


NOI FACCIAMO EVENTI "BRUTTI" E "CATTIVI"!


Inserita il 01 Gennaio 2020



In risposta all'articolo di Piero Pavanini "Gli eventi in tempo di crisi migliorano" pubblicato su Italia Convention:

Eh s!... Finalmente qualche cosa cambiato!
Aspettavo da tempo queste novit, certo non mi auguravo la crisi economica o la crisi degli addetti della meeting industry, che non mi permetto di chiamare colleghi perch penso che la nostra struttura non rientri facilmente in una categoria esistente; un po come per gli studi di settore il nostro commercialista tutti gli anni ci maledice perch non siamo facilmente catalogabili!
Infatti non facciamo eventi belli, efficaci e poco costosi noi facciamo degli eventi cattivi, quindi molto efficaci e sicuramente molto meno costosi

Perch cattivi ?

Attraverso il racconto narrativo che realizziamo per le aziende, mettiamo in scena i vissuti, il quotidiano, le relazioni, il tessuto emozionale dellazienda. Nella trama aziendale coesiste il buono/positivo con il cattivo/negativo, il non detto, i tic, e i comportamenti poco efficaci. Lessere umano complesso e per arrivare al cuore delle persone necessario raccontare lessere umano nella sua totalit.
(Malgrado sia il destinatario dell'odio del pubblico, il cattivo un meccanismo narrativo quasi inevitabile e, quasi pi dell'eroe, un elemento cruciale sul quale poggia la trama. Come affermato dal critico cinematografico Roger Ebert: "Ogni film vale solo quanto il suo cattivo. Dato che gli eroi e gli espedienti tendono a ripetersi di pellicola in pellicola, solo un grande cattivo pu trasformare una buona prova in un trionfo").

Invece in azienda si vuole rappresentare solo il bello, il buono lefficace e il positivo; certo le Convention sono fatte per promuovere un cambiamento organizzativo, dei nuovi Valori, un nuovo prodotto, motivare, integrare, ecc... ma scusate: - se c bisogno di cambiare vuol dire che c qualche cosa che non va!- Allora se si vuole arrivare al cuore delle persone che vivono in azienda e se si vuole generare veramente un cambiamento necessario:

1. Lavorare sulla presa di coscienza, quello che noi chiamiamo effetto specchio; i nostri spettacoli su misura raccontano le persone, e attraverso lironia mettono in luce il famoso non detto cio quello che tutti sanno e nessuno dice! Attraverso leffetto specchio le persone si riconoscono e riconoscono il problema e attraverso la risata accolgono, emozionalmente prima e razionalmente dopo, che necessario il cambiamento.

2. Immediatamente dopo fondamentale creare delle attivit che generino un pensiero positivo sul cambiamento e soprattutto che possibile cambiare, anzi che si pu cambiare.

3. La stessa cosa si pu dire degli eventi consumer o eventi rivolti ai venditori, agenti, ecc. Si parla tanto di Marketing emozionale: provate a mettere in scena quello che pensano veramente i clienti, anzi quello che il cliente pensa ma non dice! Il cliente, come i social insegnano, vuole avere la sua parte, vuole essere considerato Noi lo abbiamo fatto e con molta efficacia e costi contenuti

Il discorso potrebbe continuare a lungo

"Gli Eventi belli vanno in paradiso, quelli cattivi dappertutto!!"

Roberta Pinzauti, Managing Director di Te.D.-Teatro d'Impresa



< torna a tutte le news


Compila il form per le tue richieste.

CONTATTACI
   


SICUREZZA SUL LAVORO - S.O.S. SICUREZZA ON STAGE!

Il Teatro per diventare protagonisti della Sicurezza sul Lavoro ... continua >


Te.D.-Teatro d‘Impresa® - Via di Codilungo, 27 - 50055 Lastra a Signa (Firenze)
Per info chiamare: 338 5696843
Tel. +39 055 8729663 - Fax +39 055 3909928
Email: te.d@teatroimpresa.it- PEC: teatrodimpresa@pcert.postecert.it
P.Iva: 02234280481 - N. REA 522144 | Tutti i diritti sono riservati a Te.D.-Teatro d‘Impresa® - Copyright© 2006-2020

Realizzazione siti Firenze by InYourLife