Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione (vedi Policy)   -    Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies OK
IN UN'INTERVISTA A TONI SERVILLO IL PROTAGONISTA E' IL TEATRO COME STRUMENTO DI CONDIVISIONE


IN UN'INTERVISTA A TONI SERVILLO IL PROTAGONISTA E' IL TEATRO COME STRUMENTO DI CONDIVISIONE


Inserita il 26 Marzo 2014



IL TEATRO IN AZIENDA: LO STRUMENTO PIU' AUTENTICO E DEMOCRATICO PER LA COMUNICAZIONE

In un'intervista a Toni Servillo il protagonista è il Teatro come strumento di condivisione:

«Il Teatro è quel luogo straordinario dove contemporaneamente io sto parlando a te, spettatore, di qualcosa che riguarda noi in quanto umanità, senza fraintendimenti e con una proporzione molto chiara ed evidente.

Il Teatro permette di rivolgersi direttamente al cuore dello spettatore, ma declinando un "noi" che è autentico e che è contenuto nel testo che metti in scena.

Il Teatro mette in moto, in una situazione condivisa, pensieri e sentimenti, contemporaneamente, in uno spazio che è uno dei pochi rimasti con le caratteristiche di un'assemblea democratica.

Il Teatro mette in comunicazione le persone su un aspetto che riguarda la nostra interiorità...»

(Toni Servillo, intervista televisiva del 23 Marzo 2014, Rai 3


E IN AZIENDA?

Il Teatro scritto ad hoc per l'Azienda è un mezzo di Comunicazione fortemente aggregante e motivante perché crea quella "assemblea democratica" e quella "situazione condivisa", di cui parla Toni Servillo, che attiva una comunicazione circolare dove l'azienda parla ai dipendenti e i dipendenti parlano all'azienda.

Attraverso lo Storytelling Aziendale raccontiamo le storie, i vissuti lavorativi, le dinamiche relazionali, il clima, la cultura organizzativa, la vision, la mission e soprattutto le persone che "vivono" l'azienda, creando quel "noi" autentico che cita Servillo.

Il Teatro mette in comunicazione le persone su ciò che riguarda l'"interiorità dell'azienda", nel senso che l'azienda riflette se stessa e riflette su se stessa.

Inoltre lo spettatore che assiste alla performance teatrale, attraverso l'effetto specchio si identifica nei personaggi, nelle situazioni e nelle dinamiche rappresentate, riconoscendo i relativi problemi e sviluppando quindi una maggiore capacità di autovalutazione del proprio comportamento organizzativo.

Come? Attraverso i neuroni specchio, così definiti dalle neuroscienze, che si attivano tramite la simulazione e la rappresentazione creando disponibilità emotiva, sintonia ed empatia.



< torna a tutte le news


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter e ricevere tutte le nostre news nella casella di posta.

   


SICUREZZA SUL LAVORO - S.O.S. SICUREZZA ON STAGE! - VIVI IN CANTIERE!

IL TEATRO D'IMPRESA PER DIVENTARE PROTAGONISTI DELLA SICUREZZA SUL LAVOROIl sistema di gestione partecipata del rischio... continua >


Te.D.-Teatro d‘Impresa® - Via di Codilungo, 27 - 50055 Lastra a Signa (Firenze) - Tel. +39 055 8729663 - Fax +39 055 3909928
Email: te.d@teatroimpresa.it- PEC: teatroimpresa@pcert.postecert.it
P.Iva: 02234280481 - N. REA 522144 | Tutti i diritti sono riservati a Te.D.-Teatro d‘Impresa® - Copyright© 2006-2015

Realizzazione siti Firenze by InYourLife