Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione (vedi Policy)   -    Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies OK
Progetto Shakespeare


Progetto Shakespeare


Cliente: FONDAZIONE BANCA OCCHI


Gallery





Allegati

Descrizione: Intervista al Direttore di EIDON
Clicca qui per visualizzare l'allegato!


Video: Dal laboratorio alla messa in scena


Progetto di Self-Theatre promosso da EIDON, il Centro di Formazione e Studi di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto e Agenzia di Formazione del Sistema Regionale Trapianti Veneto.

Il Progetto si rivolgeva agli operatori sanitari coinvolti nella attività di procurement di organi e tessuti.

EIDON promuove lo sviluppo di professionalità capaci di operare nel processo di donazione e trapianto sulla base di una visione di salute che considera le persone nella loro dimensione organica, psicologica e affettiva. A tal fine realizza attività di formazione e ricerca sociale, con un approccio interdisciplinare volto a stimolare il confronto e lo scambio di esperienze e conoscenze tra tutti i soggetti coinvolti.

EIDON si rivolge agli operatori sanitari che hanno fatto della propria professionalità un punto di forza al servizio dei pazienti del sistema sanitario, con una ampia offerta riguardante procurement, eye banking e tissue banking, chirurgia e diagnostica.

Bisogni del Sistema Regionale Trapianti:  Realizzare un progetto formativo con metodologia esperenziale, che coinvolgesse i gruppi di operatori del Coordinamento ospedaliero.


IL PROGETTO

1. Realizzare un progetto di comunicazione che permetta di rendere più visibile il lavoro del Sistema Regionale Trapianti e dei Coordinamenti ospedalieri.
2. Attraverso questo progetto raggiungere anche l’obiettivo di fare Rete e di aumentare la conoscenza di tutti sul processo (donazione-trapianto).

Bisogni:

Il progetto formativo ha realizzato i seguenti obiettivi:

In questo caso specifico significava:


Fasi del Progetto

1. Scrittura del copione

Percorso di formazione per un gruppo composto da un rappresentate per ogni coordinamento. Questo allo scopo di istruire i partecipanti su come raccogliere gli aneddoti, le storie e i vissuti dei vari coordinamenti con le seguenti tecniche:

Questo ha permesso, a cascata in ogni coordinamento, di raccogliere il materiale per scrivere il copione, ma è servito anche come momento di condivisione di vissuti ed ha permesso di diffondere il progetto in maniera che ognuno ne sia partecipe.
Un autore ha rielaborato il canovaccio strutturandolo come un copione teatrale vero e proprio.

2.  Due giornate spot con training teatrale.
Per due gruppi di 20 partecipanti ciascuno. Allo scopo di coinvolgere tutti i rappresentanti dei coordinamenti sul metodo formativo del teatro e permettere a tutti di ‘assaggiare’ e sperimentare l’arte teatrale. Questo ha permesso di diffondere il progetto sull’aspetto più esperenziale e formativo ed inoltre di trovare il gruppo che poi ha messo in scena lo spettacolo vero e proprio.

3. Laboratorio teatrale.
Esercizi di training teatrale per apprendere arte scenica e messa in scena del copione. Il laboratorio teatrale ha compreso le prove generali. Questo per realizzare 1h di spettacolo con un connotato professionale e che possa essere rappresentato davanti ad un pubblico composto non solo da colleghi ma anche da cittadini, rappresentanti delle istituzioni ecc…

4. Spettacolo teatrale.
A conclusione del progetto formativo, in concomitanza con la Settimana della Donazione, si svono svolte le prove generali dello spettacolo che è stato messo in scena il 26 maggio 2007.

Il Progetto Shakespeare ha coniugato l'espressione artistica del teatro con le tecniche e i metodi della formazione tradizionale per coinvolgere attivamente i partecipanti, mediante tecniche ludico-teatrali, e far vivere loro un cambiamento attivando insieme la mente, le emozioni e il corpo.

Il progetto ha rappresentato anche una originale opportunità per i partecipanti di conoscersi reciprocamente e di lavorare in team in maniera originale e divertente con lo scopo di ottenere importanti risultati personali e professionali attraverso il contributo di ogni singolo individuo.


Il Progetto Shakespeare ha avuto un duplice obiettivo: Formare e Comunicare.

FORMARE attraverso le tecniche ludico-teatrali. Il Laboratorio avrà un duplice scopo: allenare i partecipanti alla Scena ma soprattutto:
COMUNICARE la storia di tutto il processo di Procurement, quindi che racconti i vissuti, le difficoltà, i traguardi raggiunti, la vita quotidiana dei coordinamenti ospedalieri, compresi anche tutti gli aspetti tecnici dell’intero processo (donazione-trapianto) sconosciuti ai cittadini, ma spesso anche agli stessi coordinatori. Quindi rappresentare lo spettacolo ad esempio durante gli incontri interni alla Fondazione, ma anche esterni ai cittadini e nel territorio. Questo darà visibilità al lavoro svolto dai coordinamenti, maggior riconoscimento e romperà la sensazione di isolamento.


Utile per:






< torna a tutte le case history



Stampa la pagina

Invia ad un amico




Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter e ricevere tutte le nostre news nella casella di posta.

   


SICUREZZA SUL LAVORO - S.O.S. SICUREZZA ON STAGE! - VIVI IN CANTIERE!

IL TEATRO D'IMPRESA PER DIVENTARE PROTAGONISTI DELLA SICUREZZA SUL LAVOROIl sistema di gestione partecipata del rischio... continua >


Te.D.-Teatro d‘Impresa® - Via di Codilungo, 27 - 50055 Lastra a Signa (Firenze) - Tel. +39 055 8729663 - Fax +39 055 3909928
Email: te.d@teatroimpresa.it . PEC: teatroimpresa@pcert.postecert.it
Tutti i diritti sono riservati a Te.D.-Teatro d‘Impresa® - Copyright© 2006-2015

Realizzazione siti Firenze by InYourLife